Roma, 9 settembre 2014 – La Diaspora romena in Italia riunita a Ponte Garibaldi


Consegna dei doni del Consolato Generale di Romania a Bologna al Direttore Generale di 50&Più ENASCO.

Consegna dei doni del Consolato Generale di Romania a Bologna al Direttore Generale di 50&Più ENASCO Confcommercio.

Il milione di lavoratori romeni emigrati in Italia, con le loro famiglie, sono stimati da tutti i dati ufficiali in almeno quattro milioni di forza lavoro. Essi danno luogo a molteplici associazioni su tutto il territorio nazionale italiano. Come cittadini europei hanno diritto a tutto quanto prevede l’ordinamento dell’Unione Europea per i cittadini europei. Le molte realtà associative hanno scelto Roma, Capitale d’Italia, per celebrare il loro convegno che riunisse tutte le loro anime di ogni orientamento culturale e politico, come di ogni confessione religiosa. Sono pervenuti, diremmo accorsi, in Roma, alla sede centrale di 50&Più ENASCO Confcommercio – Patronato di Assistenza Sociale e Caaf – che li ha ospitati nello spirito della Convenzione in atto da 4 anni e che collega lo stesso associazionismo romeno all’Ente di Patronato. Sono convenuti con entusiasmo nel palazzo bianco di Via Arenula le più vivaci componenti dell’associazionismo romeno in Italia e della corrispondente società civile, compresi i dignitari delle rispettive chiese cristiane, ortodossa e romano-cattolica.

20140909_113114

Sono apparsi agli osservatori, ai giornalisti intervenuti, tutta una famiglia, quantunque provenienti dalle più disparate parti d’Italia, dal Nord al Centro al Sud, recando le più serie  problematiche annesse all’emigrazione. Ed ancorché provenienti dalle più diverse regioni storiche, ed amministrative della Romania, così come la Nazione col vessillo blu-giallo-rosso, si compose in 150 anni di storia unitaria, o ricompose in libertà e democrazia con  il travaglio e l’eroismo  della Rivoluzione del 1989.

presidenti, coordinatori regionali e locali dell’associazionismo romeno in Italia. Roma, 9 settembre 2014

presidenti, coordinatori regionali e locali dell’associazionismo romeno in Italia. Roma, 9 settembre 2014

I presidenti, i coordinatori regionali e locali dell’associazionismo hanno oggi, 9 settembre 2014, certamente bandito a Roma ogni personalismo, ogni particolarismo, ogni ambizione o auto-referenzialità. Hanno fondato un Comitato ad-hoc per gestire la vicenda dell’elezione o distribuzione dei seggi del Congresso costituente il loro organismo di rappresentanza ufficiale presso il Governo di Romania. Il 30 novembre 2014, vigilia della Festa Nazionale romena, sarà dunque a Bucarest, motivo di altra festa. I romeni emigrati nel mondo, stimati in tre milioni, più un milione di lavoratori in Italia con i loro nuclei familiari, vanno a celebrare, coi loro delegati democraticamente eletti, la volontà di non rassegnarsi alla dispersione in Occidente.  La Diaspora va a compiersi non come dramma, bensì come onore di una Nazione intera che voglia riscattarsi dal bisogno, dal sottosviluppo inflittole dalle vicende storiche e da mezzo secolo di comunismo. E’ nel desiderio del ritorno in Patria, avendo migliorato col lavoro, con la costruzione della casa e del proprio destino previdenziale e pensionistico, la vita delle rispettive famiglie ed il bene dei loro figli e discendenti. Da ciò origina la simpatia e fratellanza degli italiani verso i fratelli romeni. Noi siamo convinti che in Italia non sussista alcuna forma di xenofobia nei loro confronti, se non a livelli di folklore. Siamo convinti che la pretesa di equiparare i romeni in Italia alla dilagante  micro-criminalità, altro non sia che una volgare montatura. Che non appartiene nemmeno al becero razzismo men che folkloristico e duro a morire. Ma ad una pregiudiziale disinformazione  che alligna talora nella peggiore stampa. Noi siamo impegnati nel miglioramento dell’immagine dei romeni in Italia, senza punta clemenza verso chi sbaglia e merita la giusta sanzione sociale.

Dott.ssa Simona Cecilia Farcaș, durante i lavori della riunione. Roma, 9 settembre 2014

Dott.ssa Simona Cecilia Crociani Baglioni Farcaș, durante i lavori della riunione. Roma, 9 settembre 2014

Resti nel cuore di ogni italiano onesto e civile l’apprezzamento ed il riconoscimento per  i lavoratori romeni, che affollano fabbriche, cantieri edilizi, aziende,  che offrono talora incerti e precari lavori, in un’epoca di recessione e  grande crisi economica planetaria.  L’Italia ed il mondo Occidentale questo offrono, a chi inizia dal basso la scalata all’irta compagine sociale:   ai medi e  piccoli imprenditori, artigiani e operai, carpentieri, idraulici, elettricisti,   infermieri, alle meritevoli colf e badanti, ai  mediatori interculturali. Tutti supportano attività economiche, artistiche e culturali, strutture amministrative e sanitarie, famiglie, categorie disagiate, anziani, che abbisognano di tanto aiuto, operosità, affetto, fedeltà  e dedizione. L’Italia, in declino demografico, “invecchiando”,  senza l’affiancamento operoso e meritevole della Nazione sorella carpatico-danubiana,  più prossima, giovane  e solidale, così migrante a milioni in Occidente, sarebbe oggi diversa,  certamente non migliore.

Comitato ad-hoc per gestire la vicenda dell’elezione o distribuzione dei seggi del Congresso costituente l'organismo di rappresentanza ufficiale dei romeni in Italia presso il Governo di Romania, il prossimo 30 novembre 2014.

Comitato ad-hoc per gestire la vicenda dell’elezione o distribuzione dei seggi del Congresso costituente l’organismo di rappresentanza ufficiale dei romeni in Italia presso il Governo di Romania, il prossimo 30 novembre 2014.

L’incontro romano del 9 settembre 2014 ha evidenziato questa realtà sociologica e storica di cui siamo legittimi quanto  orgogliosi testimoni. La nostra Associazione, oggi più che mai,  testimoniando tanta realtà, si onora di intitolarsi “Italia-Romania Futuro Insieme”.

Fernando Crociani Baglioni

Questa voce è stata pubblicata in Euroitalia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...