ALFEDENA, TEMPI DURI PER TRUFFATORI, LADRI E RAPINATORI


ALFEDENA – Campagna di comunicazione dei Carabinieri d’Abruzzo, rivolta ai cittadini specialmente anziani, soli e vulnerabili. Il parroco di Alfedena (AQ), Rev. Don Marco Wielgosz, ha aderito all’iniziativa. L’appello diffuso domenica delle Palme, al termine della Messa nella Chiesa parrocchiale, dal Comandante della Stazione Carabinieri di Alfedena M.llo Cav. Maurizio Lenci.

M.llo Maurizio Lenci consegna i pieghevoli informativi in occasione dell'incontro, come promemoria.

M.llo Maurizio Lenci consegna ai cittadini i pieghevoli informativi come promemoria.

La popolazione ha manifestato con un forte applauso l’adesione al comune allarme, a fronte del verificarsi nel territorio di fatti criminosi, furti, ricettazioni, rapine, truffe, artifizi e raggiri, che investono la sicurezza, il quieto vivere dei cittadini, anche nei luoghi sacri e di culto.

Famiglie, anziani e giovani, studenti, persone dedite al volontariato sociale e umanitario, sono allertati per contrastare il reiterarsi di reati da parte della malavita locale ed in trasferta nell’Alto Sangro. Ladri, truffatori e ricettatori provenienti dalle circonvicine provincie, dove la malavita organizzata, il malaffare allignano nel malessere sociale, sono messi sull’avviso.

M.llo Maurizio Lenci consegna i pieghevoli informativi in occasione dell'incontro, come promemoria.

112 – Distribuzione di pieghevoli informativi.

Le forze dell’ordine sono mobilitate, avvalendosi anche dei più avanzati strumenti di indagine e di intelligence di contrasto alle formazioni criminali. Ma soprattutto con il concorso, la collaborazione leale e coraggiosa dei cittadini di ogni età, ceto e condizione. 

Ribadita è la raccomandazione alle famiglie, alle persone sole, di non aprire portoni, cancelli e porte di casa a sconosciuti, i quali si presentino con pretesti soliti: agenti di poste, forniture di gas, acqua, energia elettrica, INPS, banche, assicurazioni, o addirittura delle forze dell’ordine. Ma al minimo sospetto, di chiamare immediatamente il 112, numero unico d’emergenza e gratuito delle forze di polizia. Affinché il tempestivo intervento di pattuglie di Carabinieri, Polizia di Stato o Guardia di Finanza, riescano a bloccare i malintenzionati, e assicurarli alla giustizia.

WP_20160320_Alfedena_intervento_Comandante_Lenci

Intervento del Comandante Lenci al termine della Messa, nella Chiesa di Alfedena.

Le frequenti intrusioni in abitazioni e pertinenze, è il più consueto modo dei criminali per compiere raggiri, furti e rapine; impossessandosi di denaro, preziosi e beni di ogni genere, di notevole valore, soprattutto morale, per le vittime.20160320_domenica-delle-palme

Il Comandante di Stazione Alfedena, ha consegnato alla comunità centinaia di pieghevoli informativi e i numeri utili da chiamare, come promemoria: Numero di emergenza: 112Comando Provinciale de L’Aquila: 0862-3401; Compagnia Carabinieri Castel di Sangro:  0864-842100; Stazione Carabinieri Alfedena: 0864-87116.

Volantino

Volantino distribuito dall'Arma.

Volantino4

Volantino distribuito dall'Arma.

Volantino distribuito dall’Arma.

Testo e foto a cura di Simona Cecilia Crociani Baglioni

Alfedena, 20 marzo 2016

WP_20160320_domenica-delle-palme

I CONSIGLI CONTRO TRUFFE E RAGGIRI 

 http://www.abruzzoweb.it/

• non aprite agli sconosciuti e non fateli entrare in casa. Diffidate degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali, soprattutto se in quel momento siete soli in casa;

• non mandate i bambini ad aprire la porta;

• comunque, prima di aprire la porta, controllate dallo spioncino e, se avete di fronte una persona che non avete mai visto, aprite con la catenella attaccata;

• in caso di consegna di lettere, pacchi o qualsiasi altra cosa, chiedete che vengano lasciati nella cassetta della posta o sullo zerbino di casa. In assenza del portiere, se dovete firmare la ricevuta aprite con la catenella attaccata;

• prima di farlo entrare, accertatevi della sua identità ed eventualmente fatevi mostrare il tesserino di riconoscimento;

• nel caso in cui abbiate ancora dei sospetti o c’è qualche particolare che non vi convince, telefonate all’ufficio di zona dell’Ente e verificate la veridicità dei controlli da effettuare. Attenzione a non chiamare utenze telefoniche fornite dagli interessati perché dall’altra parte potrebbe esserci un complice;

• tenete a disposizione, accanto al telefono, un’agenda con i numeri dei servizi di pubblica utilità (Enel, Telecom, Acea, etc.) così da averli a portata di mano in caso di necessità;

• non date soldi a sconosciuti che dicono di essere funzionari di Enti pubblici o privati di vario tipo. Utilizzando i bollettini postali avrete un sicuro riscontro del pagamento effettuato;

• mostrate cautela nell’acquisto di merce venduta porta a porta;

• se inavvertitamente avete aperto la porta ad uno sconosciuto e, per qualsiasi motivo, vi sentite a disagio, non perdete la calma. Inviatelo ad uscire dirigendovi con decisione verso la porta. Aprite la porta e, se è necessario, ripetete l’invito ad alta voce. Cercate comunque di essere decisi nelle vostre azioni.

In generale, per tutelarvi dalle truffe:

• diffidate sempre dagli acquisti molto convenienti e dai guadagni facili: spesso si tratta di truffe o di merce rubata;

• non partecipate a lotterie non autorizzate e non acquistate prodotti miracolosi od oggetti presentati come pezzi d’arte o d’antiquariato se non siete certi della loro provenienza;

• non accettate in pagamento assegni bancari da persone sconosciute;

• non firmate nulla che non vi sia chiaro e chiedete sempre consiglio a persone di fiducia più esperte di voi.

È inoltre importante ribadire che:

• le norme vigenti non prevedono la consegna di somme di denaro contante o di preziosi ad appartenenti alle Forze di polizia, i quali, per attività di servizio, si presentano in uniforme ovvero esibiscono chiari segni distintivi, qualificandosi in modo inequivocabile;

• in caso di situazioni dubbie, non fare entrare nessuno dentro casa e contattare il numero di emergenza 112, chiedendo eventuali delucidazioni e/o istruzioni.

Questa voce è stata pubblicata in Euroitalia e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a ALFEDENA, TEMPI DURI PER TRUFFATORI, LADRI E RAPINATORI

  1. Pingback: VACANZE IN ABRUZZO, ESTATE ALFEDENESE 2016 | EUROITALIA news

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...