CULTURA E PROFESSIONE, LA NUOVA RIVISTA SCIENTIFICA DI PSICOLOGIA DIRETTA DA ANTONINO URSO


Una novità assoluta nella realtà italiana.

E’ appena uscita la nuova rivista scientifica di Psicologia “Cultura e Professione” che ambisce a diventare la rivista della psicologia italiana.

copertina-cultura-e-professionePubblicata dalla Casa editrice Anicia, la rivista scientifica di Psicologia “Cultura e Professione” è stata lanciata a Roma giovedì, 2 marzo, dal suo direttore Prof. Antonino Urso. Presenti i Vicedirettori, Valeria Egidi Morpurgo e Mario D’Aguanno, personalità del mondo scientifico, accademico e culturale; numerosi  studenti e dottorandi della Facoltà di Scienze Sociali della Pontificia università San Tommaso d’Aquino “Angelicum” di Roma.

“La sfera – sostiene Papa Francesco – può rappresentare l’omologazione, come una specie di globalizzazione: è liscia, senza sfaccettature, uguale a se stessa in tutte le parti. Il poliedro ha una forma simile alla sfera, ma è composta da molte facce. Mi piace immaginare l’umanità come un poliedro, nel quale le forme molteplici, esprimendosi, costituiscono gli elementi che compongono, nella pluralità, l’unica famiglia umana. E questa sì è una vera globalizzazione. L’altra globalizzazione – quella della sfera – è una omologazione” (Verona 2014, 3° Festival delle dottrine sociali).

“La nuova rivista scientifica di Psicologia “Cultura e Professione” – dichiara Antonino Urso – si pone proprio in quest’ottica di rispetto delle differenze, da qui la sua novità: in una realtà (quella italiana) dove esistono sì non poche riviste di psicologia ma che sono, il più delle volte, l’espressione di specifiche scuole di pensiero psicologico quando non organi di Associazioni di uno specifico indirizzo. “Cultura e Professione”, viceversa, si vuole porre come Agorà, piazza per un’incontro aperto tra diverse scuole di pensiero. E ciò è dimostrato ampliamente dalla composizione del Nostro Comitato Scientifico e di Redazione, dove sono presenti alcuni tra i maggiori rappresentanti italiani delle principali scuole di psicologia e psicoterapia e dei maggiori esperti nelle più diverse aree di applicazione della professione psicologica.

antonino-urso

Nella foto, a destra: Prof. Antonino Urso, direttore della nuova rivista scientifica di Psicologia “Cultura e Professione”, Ed. Anicia 2017.  (@Simona Cecilia Crociani Baglioni)

La Rivista vuole altresì offrire spazio ad un’ampia esposizione dei metodi di intervento psicologico che appartengono alla diverse tradizioni (psicoanalitica, cognitivo comportamentale, relazionale, sistemica, transazionale, ecc.); verranno descritte le diverse procedure, fornendoci importanti elementi tratti anche dalla dimensione della verifica empirica e dal ricorso alla “evidenza” dei risultati. Questo aiuta ad orizzontarsi in un panorama che, proprio perché non vuole legare i metodi di intervento a teorie troppo generali e lontane dall’esperienza clinica, rischierebbe di non essere compreso facilmente da chi non ne ha una diretta esperienza. Il lavoro diventa invece, così, anche un’occasione preziosa per conoscere, con l’aiuto di una buona guida, molti aspetti complessi dei modelli teorici più importanti nella psicologia e nella psicoterapia.”

cultura-e-professione-2017

Diretta da Antonino Urso.

La nuova rivista è strutturata lungo un continuum che comincia con le INTERVISTE ai Padri della Psicologia italiana (si comincia con Adriano Ossicini, dal 1947 docente di Psicologia presso la Facoltà di Medicina dell’Università La Sapienza di Roma, lo stesso anno, insieme a Giovanni Bollea, apre a Roma il primo Centro medico psicopedagogico d’Italia; nel 1968 eletto al Senato della Repubblica; è promotore e principale artefice della legge per l’istituzione della figura dello Psicologo in Italia).

Adriano Ossicini

Adriano Ossicini è l’inventore del “Morbo K”, una malattia inventata per salvare gli ebrei dalle persecuzioni nazifasciste a Roma.

 Vengono quindi messe in risalto esperienze di BUONE PRATICHE in Psicologia, in questo numero un’esperienza di gestione di Gruppi di Psicoterapia per Adolescenti e Giovani Adulti in un Servizio Sanitario Pubblico di Roma; un progetto di sperimentazione che prevede lo Psicologo di Base (nelle cure primarie) nella regione Friuli Venezia Giulia; uno sportello di Psicologia offerto in occasione di un grande evento che riuniva centinaia di migliaia di persone (in occasione dell’incontro nazionale dei giovani con il Papa – Agorà 2007 a Loreto); un progetto alternativo al carcere (Sospensione del procedimento con messa alla prova) per giovani adulti che prevede l’intervento dello psicologo/psicoterapeuta. Seguono delle DISSERTAZIONI sui diversi campi di intervento della Psicologia, in questo numero: un lavoro sull’intervento dello Psicologo Scolastico (Sviluppo della memoria di lavoro e acquisizione delle abilità scolastiche), un’analisi del rapporto tra Adolescenza e Devianza nei giovani d’oggi (Adolescenza, devianza e marginalità sociale), un’analisi del concetto di Resilienza e di come tenerne conto nell’ambito della Formazione (Comprensione, Compassione, Comunicazione. Ovvero costruire sistemi resilienti). Si passa quindi a lavori che ripercorrono momenti salienti ed, a volte, poco conosciuti della Storia della psicologia (PER UNA STORIA DELLA PSICOLOGIA), in questo numero un articolo sul rapporto tra la Psicologia, in particolar modo la Psicoanalisi, ed il Comunismo nell’Unione Sovietica (Psicologia e Rivoluzione Bolscevica). Infine uno spazio per la RECENSIONE di CONVEGNI e TESTI.

Scarica il numero 0/2017 della Rivista

Visita il sito: http://www.culturaeprofessione.com/

Nella foto (da sinistra): dott.ssa Maryna Lelyk (sinistra), dott.ssa Simona Cecilia Crociani Baglioni Farcas, dott.ssa Tetyana Bratishko.

Nella foto (da sinistra): dott.ssa Tetyana Bratishko, dott.ssa Maryna Lelyk, dott.ssa Marianna Soronevych; Irakli Javakhishvili; dott.ssa Simona Cecilia Crociani Baglioni Farcas, presenti all’evento.

Nella foto con il prof. Antonino Urso, da sinistra: Irakli Javakhishvili, dott.ssa Simona Cecilia Crociani Baglioni Farcas e dott.ssa Tetyana Bratishko

Nella foto con il direttore della rivista, prof. Antonino Urso; da sinistra: Irakli Javakhishvili, dott.ssa Simona Cecilia Crociani Baglioni Farcas e dott.ssa Tetyana Bratishko

Nella foto: prof. Antonino Urso, dott.ssa Maryna Lelyk (sinistra), dott.ssa Simona Cecilia Crociani Baglioni Farcas, dott.ssa Tetyana Bratishko.

Nella foto: prof. Antonino Urso, direttore della rivista; dott.ssa Maryna Lelyk (sinistra); dott.ssa Simona Cecilia Crociani Baglioni Farcas, dott.ssa Tetyana Bratishko.

Il Prof. Antonino URSO, è Presidente dell’Associazione Italiana Psicoterapia Cognitivo Comportamentale di Gruppo (www.psicoterapiagruppo.org), professore incaricato di Psicologia Sociale e Psicodinamica dello Sviluppo e della Relazioni Famigliari – Facoltà di Scienze Sociali della Pontificia Università San Tommaso di Roma; Docente di Etica e Deontologia – Facoltà di Psicologia dell’Università UNICUSANO; Docente / Didatta Scuola di specializzazione in Psicoterapia Cognitivo – Comportamentale dell’Adulto e dell’Età Evolutiva (Training School) di Roma, già (dal 2007 al 2014) Consigliere dell’Ordine degli Psicologi del Lazio e Coordinatore della Commissione Deontologica, è autore di numerosi testi tra i quali: “Metodi di ricerca in terapia e modificazione del comportamento” con Meazzini P. e Sanavio E., in Trattato Teorico Pratico di Terapia e Modificazione del Comportamento, Erikson, 1983; “Casi Clinici”, Terapia del comportamento, Bulzoni, 1991; “Psicoanalisi”, voce del Nuovo Dizionario di Bioetica a cura di S. Leone e S. Privitera, Città Nuova, 2004; “Etica e deontologia professionale” in M. di Giannantonio e M. Alessandrini Metamorfosi nella Psichiatria Contemporanea: competenze, esperienze, tendenze, Magi, 2006; “Il bullismo in Italia: cause e diffusione” in Gagliardini I. e Bortone G. L’aggressività e il bullismo nella scuola, prevenzione e intervento, Kappa, Roma, 2007; “Formazione etica ed etica della formazione” in Bortone G. Formazione e cambiamento, Aracne, 2008; Lo Psicologo va a Scuola: esperienze e strumenti di intervento (con Cipullo C. e Di Bonito T.), Anicia, 2008; “Efficacia della Psicoterapia” in Scienze del Pensiero e del Comportamento 2008; “Migrazione: etica sociale e accoglienza psicologica” (con Di Bonito T.) in Oikonomia, rivista di etica e scienze sociali, 2014; “Comunicazione e socialità. Alla base del senso dell’esistenza” in Favorini A.M. e Russo F. Relazioni e Legami nell’Esistenza Umana, la Lezione di Viktor E. Frankl, Franco Angeli, 2014; “Psicologia della Liberazione” in Scienze del Pensiero e del Comportamento, 2015; La Psicoterapia di Gruppo: l’approccio cognitivo comportamentale, Anicia, 2016; Maschera e Psicoterapia, Anicia, 2017.

Annunci

Informazioni su Simona Cecilia Crociani Baglioni Farcas

Promuoviamo i giovani e le nuove generazioni quali protagonisti nella costruzione della comunità europea, nostra Casa comune. Continuo è il nostro supporto nella loro formazione ed educazione alla cittadinanza attiva, così come l'attività di comunicazione, informazione e collaborazione con le amministrazioni, gli enti locali, le associazioni e le comunità per un "Futuro Insieme" ...con una Patria europea comune. CONTATTI Email: futuroinsieme2012@gmail.com Tel. cell.: 39 320 1161307
Questa voce è stata pubblicata in Euroitalia, psicologia, Simona C. Farcas e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a CULTURA E PROFESSIONE, LA NUOVA RIVISTA SCIENTIFICA DI PSICOLOGIA DIRETTA DA ANTONINO URSO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...