Roma, anziani risorsa per il Paese. Convegno alla Camera dei Deputati


 

Lunedì 20 marzo alle 14.30 alla Camera dei Deputati, nella Sala della Lupa, si terrà il Convegno “Anziani una risorsa per il Paese” organizzato, con il Patrocinio della Camera dei Deputati, dal Patto federativo a tutela degli anziani nel quale interverranno fra gli altri lo scienziato Edoardo Boncinelli, la dott.ssa Carla Collicelli e l’on. Edoardo Patriarca, componente della XII Commissione (Affari Sociali) e primo firmatario della proposta di legge “Misure per favorire l’invecchiamento attivo della popolazione attraverso l’impiego delle persone anziane in attività di utilità sociale e le iniziative di formazione permanente”.

Le Associazioni firmatarie del Patto Federativo rappresentano a vario titolo la realtà italiana di anziani impegnati attivamente in più contesti, dal volontariato alla presenza nel tessuto sociale, e sono espressione dell’esercizio attivo della cittadinanza delle persone “più avanti in età”, smentendo così l’errata convinzione, oggi diffusa, che identifica negli anziani una componente della società unicamente consumatrice di risorse. Nel corso del Convegno verranno presentate alcune iniziative di volontariato con concrete ricadute sul welfare animate e volute dagli anziani che vedono operare insieme, in uno spirito di puro volontariato, giovani e “più avanti in età”: solo nel dialogo fra le generazioni è possibile contribuire alla costruzione del bene comune, che altro non è che la vita dei nostri figli e delle nostre famiglie.

Le testimonianze delle attività concrete di anziani a favore della collettività: Michele Poerio, presidente Feder.S.P.eV. evidenzierà come i medici pensionati possono contribuire al benessere della collettività; Teresa Spampanato, vice presidente di ANLA Onlus, presenterà l’attività di  clown – animazione nelle RSA e negli ospedali delle Marche;  Antonio Ferrante, presidente ANLA Onlus Emilia Romagna, e Tiziana Marchetti illustreranno l’attività di trasporto e accompagnamento di persone destinate alla dialisi a Bologna;  Elvia Raia, presidente Senior Italia della Campania, parlerà di  Pronto Intervento Sociale in Campania. Di queste esperienze è disponibile approfondimento in apposita scheda.

Sottolinea il Censis in una ricerca condotta per Fondazione Esperienza e ANLA Onlus che nel 2012 sono stati quasi un milione (969 mila), vale a dire il 7% della popolazione over 65, gli anziani che hanno svolto attività gratuita di volontariato o partecipato a riunioni nell’ambito delle organizzazioni. Una quota in costante crescita, considerato che rispetto al 2007, se il numero dei volontari in Italia è aumentato del 5,7%, tra gli anziani si è registrato un incremento del 24,2% (pari a circa 200 mila persone): a testimonianza del ruolo sempre più attivo che questi hanno nella società. Si tratta di un riflesso della trasformazione che ha subito negli ultimi anni la società italiana e che ha fatto sì che nonni e genitori rappresentano oggi un pilastro fin troppo importante per il nostro welfare (tra 2004 al 2010 la quota di over 60 che aiuta economicamente figli e nipoti è balzata dal 31,9% al 47,9%).

Anziani come soggetti attivi di welfare, per l’aiuto economico ma anche per il concreto apporto che sono in grado di fornire intervenendo là dove non arriva più l’iniziativa pubblica: ecco allora gli anziani essere presenti nel sociale per un gesto di solidarietà e  di aiuto concreto verso altri loro coetanei più sfortunati; essere “custodi dei luoghi d’arte” o “ponti generazionali nel mondo del lavoro”; diventare “elemento di supporto per i giovani  nella scuola e nella professione” in quanto  “portatori di esperienze e competenze”; “preziosi anelli di congiunzione intergenerazionale di saggezza e di sapere”. Da qui le forme di un comune cammino, nelle forme sempre più da affinare, per dare ulteriore forza alle istanze condivise che potrebbero trovare maggiore ascolto presso l’opinione pubblica ed anche presso le Istituzioni.

Sottolinea il Coordinatore del Patto federativo a tutela degli Anziani e presidente ANLA Onlus Antonio Zappi:Il prossimo Convegno pensiamo possa essere una ulteriore occasione per suggerire e stimolare riflessioni sull’apporto degli anziani al welfare del nostro Paese e successive azioni tendenti a far sì che ognuno, dovunque collocato, si decida a ricordarsi di più del mondo al quale anche tutti noi siamo orgogliosi di appartenere e che vuole e può ancora dare tanto”.

Un convegno pensato dunque per: partecipare, come espressione di quel mondo del volontariato che, come detto di recente a Lucca il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, esprime “una voglia di un futuro migliore da costruire insieme… E’ un capitale sociale, che arricchisce tutti di valori di speranza, di fiducia. E’ una realtà capace di entrare nelle difficoltà e nei problemi della vita, aiutando chi ha bisogno a superare ostacoli, mostrando come sia possibile sentirsi più comunità e quindi rafforzando anche le istituzioni, incoraggiando all’impegno comune”; ascoltare esperti, politici, operatori; riflettere insieme e proporre  ossia formulare proposte alla luce delle riflessioni dell’on. Patriarca  con riferimento al disegno di legge di cui è il proponente insieme ad altri Parlamentari. Gli anziani come risorsa per il paese, ma “bisogna però utilizzarla questa risorsa, coinvolgerla, inserirla o reinserirla nel contesto sociale, riservando anche la dovuta attenzione alle sue esigenze ed ai suoi bisogni (previdenza, problemi assicurativi, salute, tempo libero, cultura) .E’ una risorsa che può ben contribuire a “spingere avanti” se sapremo lavorare tutti più insieme quando possibile e dove possibile, senza rinnegare nulla di noi stessi e delle realtà in cui già operiamo” sottolinea il coordinatore Zappi.

Fra i relatori al Convegno del 20 marzo, lo scienziato Edoardo Boncinelli: “La situazione della piramide della popolazione è totalmente cambiata: adesso sempre di più si ha un’abbondanza di persone di una certa età che ormai non ha più nemmeno senso chiamare “vecchi” perché spesso sono in ottima forma fisica e mentale. Bisogna cambiare mentalità perché queste persone devono e vogliono fare qualcosa di utile. Bisogna quindi adeguare le strutture sociali a questa nuova presenza dando a queste persone una nuova motivazione perché senza motivazione non si vive e dare loro un nuovo ruolo sociale. Ci vorrà tempo ma bisogna cominciare e poiché l’allungamento della vita è avvenuto poco per volta, quasi nessuno se ne è accorto ma ora è tempo di fare qualcosa…  Le passioni sono individuali ma hanno in comune una forza propulsiva eccezionale. Fino a poco tempo fa la passione di una persona di una certa età che stesse bene era per lo più viaggiare… ora non è che valga più questa aspirazione ma se ne affacciano altre. Occorre che queste persone si istruiscano continuamente e trovino ruoli soddisfacenti nella società. Non so dare ricette ma capisco che bisognerà partorire nuove idee per sfruttare questa che è a tutti gli effetti una componente nuova del panorama sociale e darle un obiettivo… Dobbiamo immaginare un ruolo nuovo in cui le competenze e le passioni delle persone anziane possano giocare un ruolo fondamentale”.

Particolarmente importante sarà il confronto con uno dei protagonisti del dibattito politico su questo importante tema, l’on. Edoardo Patriarca che sottolinea “L’immagine che l’anziano sia solamente un “consumatore” di risorse pubbliche, oltre che sbagliata, è fuorviante. In tutta Italia vediamo anziani che, in buona salute, impegnano il loro tempo libero nel volontariato in più ambiti del panorama sociale italiano e nel corso del convegno del 20 marzo ne daremo esempi concreti. Gli anziani oggi sono dunque una risorsa per il nostro Paese, per il contributo che essi danno al nostro vivere quotidiano. Come ho già ribadito più volte, prendersi cura della fragilità è per il nostro Paese “un investimento” perché mediante pratiche di invecchiamento attivo da un lato si contribuisce al benessere dei “più avanti in età”, dall’altro si ha un ritorno in termini di welfare oggi davvero importante”.

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Euroitalia, Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...