Roma, „Constantin Udroiu – l’artista di due culture”. Mostra all’Accademia di Romania


Mostra d’arte contemporanea organizzata per celebrare la Festa della Cultura Romena

In occasione della Festa della Cultura Romena, l’Accademia di Romania – ICR invita il pubblico a visitare la mostra d’arte contemporanea “Constantin Udroiu – l’artista di due culture“, come omaggio ad una personalità artistica di spicco della diaspora romena in Italia.

Curata dalla prof.ssa Luisa Valmarin, la mostra sarà aperta al pubblico dal 13 gennaio al 15 febbraio 2023 e comprenderà dipinti su vetro e su tela e incisioni. Il progetto è realizzato con il patrocinio dell’Ambasciata di Romania in Italia e ha come partner l’Associazione Nikopeia – Fucina d’Arte, l’Associazione Arte per la valle e il Liceo Artistico “Mario Festa Campanile” di Melfi. Insieme alle opere del maestro, verranno esposte anche i lavori dei vincitori del Premio “Constantin Udroiu” – I edizione, 2019. Il concorso si rivolge ai giovani talenti pugliesi e lucani che studiano e si dedicano alle arti visive.
Considerato dalla critica italiana un “espressionista bizantino”, Constantin Udroiu ha studiato alla Facoltà di Belle Arti di Bucarest con Gheorghe Vânătoru (1908–1983). Il suo destino è stato segnato dalla dissidenza dal regime comunista, il quale lo ha condannato a 22 anni di lavori forzati
per “complotto contro l’ordine sociale”, di cui Udroiu ne ha scontati 10 – dal 1954 al 1964 – nelle carceri comuniste. È stato membro dell’Unione degli Artisti Plastici Rumeni ed ha esposto in numerose mostre di arte figurativa in Romania e all’estero. Nel 1971, su iniziativa della stampa sarda, è stato invitato ad organizzare una mostra nella città di Sassari; sempre nel 1971, ha vinto il 3° premio in occasione della Biennale di arte contemporanea svoltasi nella città di Santa Teresa di Gallura. Da allora, la sua attività si è spostata definitivamente in Italia dove, fino alla sua morte, nel marzo del 2014, ha organizzato oltre 200 mostre, portandole anche in vari paesi europei.
Oltre all’attività di creazione artistica, Constantin Udroiu ha partecipato alla creazione e al restauro di numerosi affreschi nelle chiese rumene, insieme al suo maestro, Gheorghe Vânătoru. Nella sua creazione, Udroiu ha prestato particolare attenzione al sacro, sia nelle numerose icone che ha realizzato, sia nel ricorso al modello bizantino come forma di espressione artistica e identità. Ha affrescato chiese rumene e italiane, così come vari edifici pubblici e privati italiani. Tra questi vanno citati gli affreschi raffiguranti Festa del Maggio dipinto nel 1976-1978 sulla facciata del Municipio di Accettura (Matera), L’Ultima Cena e la Cena di Emmaus dipinte nel 1990 nel nuovo Seminario di
Benevento, inaugurato e benedetto da Papa Giovanni Paolo II. Ha esposto in oltre 200 mostre personali, molte delle quali organizzate in Italia e in altri centri culturali europei: Parigi, Avignone, Amsterdam, Bordeaux, Atene, Barcellona, Lisbona, ecc., e dopo il 1989 ancora in Romania, a Târgovişte e Cluj-Napoca. Le sue opere (dipinti e grafica) si trovano nelle collezioni di musei in Romania, Italia, Francia e Portogallo, oltre che in numerose collezioni private in Europa e in altri continenti.
Vincitore di importanti premi che misurano il riconoscimento internazionale della qualità della sua creazione artistica, nel giugno 1991 Constantin Udroiu è stato nominato senatore dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna e membro del comitato esecutivo fino alla sua morte.
Tra i numerosi riconoscimenti che gli sono stati attribuiti ricordiamo il conferimento della cittadinanza onoraria ad Accettura (Matera) nel 1984, nel 1986 a Vitulano (Benevento) e nel 2012 a Passignano sul Trasimeno. Su impulso di Constantin Udroiu, l’Amministrazione Comunale di Matera fonda una scuola internazionale di arte sacra e affreschi. Così, la Scuola d’Arte Fucina
Nikopeia fu sin dall’inizio affiliata all’A.I.A.M. (Accademia Internazionale d’Arte Moderna, Istituto Superiore di Cultura con sede in Roma), studenti che beneficiano di corsi gratuiti dove apprendono diverse tecniche quali: la tecnica dell’affresco “a umido”, la pittura su vetro, i principi dell’incisione
e della stampa. Attualmente la scuola si è trasformata nell’Associazione Nikopeia, continuando così il progetto che Constantin Udroiu ha concepito e voluto con passione per molti anni.
Riconoscendo i suoi particolari meriti artistici, nel 2010, in occasione del suo 80° compleanno, in omaggio, l’Accademia di Romania di Roma ha organizzato una grande mostra con le opere più rappresentative della sua creazione. Dopo la sua morte, le sue opere hanno continuato ad essere esposte a: Perugia (Museo Capitolare, 2014), Cluj-Napoca (Museo Etnografico, 2015), Roma (Accademia di Romania, 2016), Venezia (Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica, 2017), Matera (Associazione Culturale “Las Scaletta”, 2019).
L’inaugurazione della mostra avverrà venerdì 13 gennaio 2023, alle ore 17:30, presso la presso la Galleria d’arte dell’Accademia di Romania a Roma (Viale delle Belle Arti 110). La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 13 gennaio al 15 febbraio 2023, dal martedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.00, e il sabato dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

ACCADEMIA DI ROMANIA DIN ROMA
Tel. +39.06.3201594; e-mail. accadromania@accadromania.it

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: