DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI. EUROITALIA ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE DEL 20 GIUGNO A ROMA.


EUROITALIA ADERISCE ALL’INIZIATIVA DEL COMITATO “DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI” ED INVITA A SCENDERE IN PIAZZA, SABATO 20 GIUGNO, IN DIFESA DEI BAMBINI A RIPARO DALL’IDEOLOGIA GENDER.

DIFENDIAMO-I-NOSTRI-FIGLI

Di seguito, si dà pubblicazione al comunicato/invito:

Siamo prossimi alla manifestazione del 20 giugno in Piazza San Giovanni.

Ci ritroveremo insieme alle 15,30 per essere parte di un corpo compatto che riconosce il diritto del bambino ad essere difeso e tutelato.

Vi invitiamo a spendere due minuti per leggere ed essere informati anche in relazione alle domande che potrebbero rivolgervi giornalisti e curiosi.

SCENDEREMO IN PIAZZA.

foto: Marcia romana per la Vita 2015.

Nella foto, Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni alla Marcia romana per la Vita 2015.

Daremo voce a quel silenzio degli innocenti, per il quale oggi siamo chiamati dopo un anno di formazione e informazione culturale, a manifestare pubblicamente, perché il paese veda, si accorga, prenda serie misure di confronto con il mondo della scuola, della politica, dell’informazione, affinché si eviti l’imposizione di un pensiero unico dittatoriale, basato sull’inconsistenza e la pericolosità dell’ideologia gender, volta ad introdurre una visione asessuata dell’uomo.

Questa teoria chiamata così da coloro che la propongono, non ha nulla di scientifico, dice che ognuno può scegliere il proprio orientamento sessuale non in base al dato biologico con cui nasce, ma in base a scelte culturali. Viene autorizzata e introdotta nelle scuole statali assumendo il tratto dell’ideologia.

In questo anno e senza alcun autorizzazione sono entrati nelle scuole progetti con nomi subdoli, che hanno introdotto una nuova antropologia.

Intendiamo sottolineare la priorità che hanno i genitori nel genere di istruzione da impartire ai propri figli, come recita l’art. 26 della dichiarazione dei diritti dell’uomo, pensiamo sia il caso di mettersi ad un tavolo urgente di lavoro dove anche le famiglie, docenti e genitori, approvino e conoscano proposte che sono state invece denunciate come lesive per la delicata costruzione della personalità del bambino.

Siamo chiamati a fare presente come questa piazza è necessaria per dare forza ai deboli, per rincuorare gli sfiduciati, per incoraggiare i tiepidi, svegliare il parlamento, sostenere con forza le vere ragioni di senso per le quali non e’ più tollerabile che chi governa non sappia, non dica con chiarezza cosa sta accadendo.

Siamo a favore di interventi legislativi che tutelino la persona così come già prevede la nostra costituzione al cap 3, siamo a favore di qualunque lotta verso ogni possibile forma di discriminazione, ma ci opponiamo a leggi ingiuste dove il diritto del bambino ad avere una mamma e un papa’ sta per essere violato e dopo tale violazione non sarà più possibile tornare indietro.

Siamo ancora in tempo, il popolo che scende in piazza pone un interrogativo al paese, alla politica, ai cittadini tutti.

Purtroppo , Il ddl Cirinna’ non è solo la proposta di legge per le unioni civili e i diritti ad essa connessi,  molti dei quali sono già previsti, ma intende dichiaratamente equiparare tali unioni al matrimonio e alla famiglia, con diritto di adozione.

Viene detta anche in inglese come si usa fare nel nostro paese , perche’ fa più chic e non si capisce bene di cosa si parla, viene detta Union civil partner chip, questa altro non e’, che il matrimonio omosessuale dove e’ prevista La step Child adoption, altro nome di comodo, che tradotto sta per adozioni di bambini a coppie gay, con il ricorso all’utero in affitto.

Il bambino viene commissionato all’estero, si compra un ovulo ( con gravi rischi per la salute delle donne che devono sottoporsi ad iperstimolazione ovarica, alcune muoiono, si ammalano…) si affitta un utero (con le gravi complicazioni fisiche e psicologiche di chi deve produrre cose, come una macchina con un prodotto da vendere…)

Al termine della gravidanza si strappa il bambino dal seno della madre, e in Italia viene “adottato”.

Questa pratica aberrante di mercificare il corpo della donna, e’ bene saperlo, si serve di un mercato nero per chi vuol spendere poco sfruttando le donne povere, e di un mercato autorizzato in cui legalmente comprare un figlio costa intorno ai 150,000 dollari.

Per contratto la donna non rivelerà mai di essere la madre e se il bambino nascerà con problemi e’ previsto il diritto di recesso… Se la madre biologica e’ donna di coscienza terra’ il bambino, altrimenti verra’ eliminato preventivamente con l’aborto oppure abbandonato.

Capite bene che dentro questa legge vi e’ licenza di abbrutimento della mente e del corpo umano.

Con questa legge il Gender sarà legittimato a pieno titolo con obbligo di insegnamento nelle scuole.

Dire la verità e’ un compito al quale siamo chiamati tutti, deve scendere in piazza il parlamento delle coscienze, per svegliare coloro che pagati da noi e’ necessario si spendano in parlamento e legiferino per il diritto dei più deboli.

Il diritto al figlio a tutti costi NON e un diritto a scapito dell’unico vero diritto del bambino di sapere da chi e’ stato generato, poiché non vi e’ identità senza origine!

TUTTI IN PIAZZA !

PER LIBERARE LA SCUOLA DAL GENDER.

PER PROMUOVERE LEGGI A DIFESA DEI PIU’ DEBOLI. CONTESTANDO LA PROPOSTA DI LEGGE CIRINNA’.

INOLTRE VI COMUNICHIAMO CHE SAREMO IN PIAZZA COME ASSOCIAZIONE E CON UN PICCOLO CONTRIBUTO POTRETE AVERE LA NOSTRA MAGLIETTA E DEI PALLONCINI GRATUITI PER I VOSTRI BAMBINI 

PER CHI VIENE DA ALTRE CITTA IN ALLEGATO TROVERA’ INDICAZIONI, VI PREGHIAMO DI ESSERE SOLLECITI A COMUNICARE EVENTUALI PULLMAN.

Ognuno di noi si incarichi di portare almeno una persona che non sa, non conosce il problema e che sensibilizzata porterà altri con se. Saremo il doppio di quelli previsti!!!

Scarica la locandina

Scarica la locandina

 

MANIFESTAZIONE A ROMA DEL 20 GIUGNO 2015 – DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI 

Per urgenti motivi di gestione tecnica dell’evento, invitiamo tutti coloro che stanno organizzando pullman per partecipare alla manifestazione del 20 giugno 2015 in piazza San Giovanni, a segnalare la propria  presenza al Comitato organizzatore scrivendo una mail all’indirizzo trasporti@difendiamoinostrifigli.it indicando per  ogni singolo pullman o gruppi di pullman, le seguenti informazioni:

  1.  REGIONE DI PROVENIENZA;
  2.  PROVINCIA DI PROVENIENZA – GRUPPO PROMOTORE;
  3.   N° BUS;
  4.    N° PERSONE;
  5.   + NOMINATIVO RESPONSABILE DEL GRUPPO CON INDICAZIONE DI UN NR. DI CELLULARE.

PER COLORO CHE INTENDONO PARTECIPARE ALL’EVENTO MA NON HANNO RIFERIMENTI DI GRUPPI A CUI AGGREGARSI, POSSONO SCRIVERE UNA MAIL A trasporti@difendiamoinostrifigli.it PER RICEVERE INFORMAZIONI SU EVENTUALI PARTENZE DI GRUPPI IN PULLMAN DALLA PROPRIA PROVINCIA.

CONSIDERATO IL POCO TEMPO A DISPOSIZIONE, SI PREGA DI EFFETTUARE LE SEGNALAZIONI DI PARTECIPAZIONE CON LA MASSIMA SOLLECITUDINE.

IL NR. DI TELEFONO DELLA SEGRETERIA DEL COMITATO “DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI” E’ IL SEGUENTE: 3938113528 . difendiamo i nostri figli

Questa voce è stata pubblicata in Euroitalia, medicina, Politica, Sociologia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...